Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
Pro Letteratura e Cultura

Su «Istmi e chiuse» di Eugenio De Signoribus, saggio poetico di Stefano Bardi

23 Dicembre 2022, 20:45pm

Pubblicato da Emanuele Marcuccio

Poesia antifascista: gender è amore

Su «Istmi e chiuse» di Eugenio De Signoribus

 

Saggio poetico di Stefano Bardi

 

 

 

 

 

Ai Partigiani e alle Staffette,

che ci hanno reso Uomini liberi.

A tutti gli Antifascisti,

che ancora oggi combattono,

per un Mondo animato da Rispetto,

Compassione, Amore e Fratellanza.

(con Affetto Antifascista, Stefano Bardi)

 

 

Istmi e chiuse di Eugenio De Signoribus. Paura! Sterili esistenze terrene e desertiche emozioni spirituali, che versano piovane lacrime, per tediose interiorità impolverate. Sterili esistenze, come sfilacciate nostalgie e febbrili bagliori, che sono ferocemente punti da puerili sguardi spirituali. Febbrili carezze, anzi deturpati visi materni simboleggianti auliche gioie suicide, poiché fraterni cadaveri dalle affettuose labbra uggiose. Suicide felicità, come ossequiose remissività pedagogiche e irriproducibili laudi poseidoniche, che errabondano per notturni pianti dagli sfregiati sorrisi figliali, poiché spaventate puerilità e letamose fratellanze, messianiche. Terrorizzate fanciullezze, anzi primordiali vagiti fetali, che nascono come casti oceani carbonizzati, poiché alcoliche vulve fermentate inseguenti mordaci insensibilità, per sanguinolenti granai fratricidi. Intimi granai mortali, che si mostrano, come clandestini cimiteri atemporali, ovvero offuscati bagliori paterni picchiati da alluvionali vacuità e moribondi soli. Agonizzate luci, anzi esanimi Figli, come scalzi crepuscoli e claudicanti lacrime, che seminano scialbe parole nevrasteniche e cieche affettuosità stuprate, per partorire sanguigne foto dalle incrostate e ammuffite ricordanze materne. Figli, ovvero forati ansimi crivellati e spente carezze sociali, che camminano a piedi nudi su taglienti compassioni e fratellanze dette avidità, poiché carni da sacrificare su arrugginiti baci ferroviari. Figli in poche parole, come inarrestabili nebbie, che affogano dentro isolate nenie, ovvero sciapi oceani popolati da ossidate verginità e anormali pianti. Paure, Istmi e chiuse, come indigenti sguardi sociali e sgualcite carezze psichiche, che dipingono tremolanti ombre quotidiane, ovvero “Sguardi” di Gianluca Grignani. Occhi, ovvero avidi sorrisi amorosi partorienti fragili solitudini e aspre risate soffocanti cristallini arcobaleni emotivi, come nella poesia “La mia storia tra le dita” dello stesso Grignani. Fragili emarginazioni, come lacerate carezze e deformi sghignazzi, che feriscono solari abbracci materni, ovvero la poesia “Il diario degli errori” di Michele Bravi. Consumate moine, ovvero graffianti lacrime carnali e febbrili luci diamantine, che nuotano dentro chimerici oceani, come nella poesia “Sentimento” di Valerio Scanu. Istmi e chiuse, ovvero paradisiache fotografie sentimentali dalle aspre lacrime affettive, che navigano per burrascosi ed emarginanti mari, come “Perso nel buio” del rapper Sangiovanni. Opera, questa, come cura sociale, sanitaria, psichiatrica verso Casa Pound, Forza Nuova e estrema Destra tutta, con la diffusione culturale e pedagogica della teoria gender. Teoria, anzi filosofia, che giustamente concepisce la persona senza nessun genere sessuale, ovvero totale annullamento del proprio corpo visto come prigione, con l’anatomica transizione uomo-donna. Filosofia gender, quella teorizzata nel romanzo Il mondo nuovo dello scrittore Aldous Leonard Huxley, come moderna evoluzione di L’origine della specie di Charles Darwin, ovvero la totale libertà di parola e pensiero tranne quelle, che ledono libertà costituzionali (Articolo 21). Filosofia, ovvero scolastica educazione sessuale, come lotta contro Aids, pedofilia, pedo-pornografia, sexting, revenge-porn e palpitante riconoscimento delle famiglie LGBTQI, poiché fraterne carezze compassionevoli. Casa Pound, Forza Nuova e estrema Destra, ovvero dannate lacrime dalle glaciali emozioni, che sono cacciate da biblici eden paradisiaci, come nella canzone “Ain’t no sunshine” del rapper The Jacksons 5. Casa Pound, Forza Nuova e estrema Destra, come totale abolizione ideologico-politica, nel ricostruire il vecchio Partito Fascista contravvenendo così alle Disposizioni Transitorie e Finali dell’Articolo XII. Gender, ovvero carezza cicatrizzante indigenze!

 

Stefano Bardi

 

Bibliografia/Discografia di riferimento

AA.VV., Costituzione della Repubblica Italiana, Senato della Repubblica, Roma, 2009.

BRAVI MICHELE, Anime di carta, Universal, Santa Monica, 2017.

DAMIAN PIETRO GIOVANNI (SANGIOVANNI), Sangiovanni, Sugar Music/Universal, Milano/Santa Monica, 2021.

DE SIGNORIBUS EUGENIO, Istmi e chiuse, Marsilio, Venezia, 1996.

GRIGNANI GIANLUCA, Destinazione Paradiso, PolyGram, Amsterdam, 1995.

GRIGNANI GIANLUCA, Natura umana, Sony Music, New York, 2011.

SCANU VALERIO, Sentimento, EMI Italiana, Milano, 2009.

THE JACKSONS 5, We love you! The definite classics collection, Motor, 1997.

 

 

 

Pubblicato su autorizzazione dell’autore Stefano Bardi che ha dichiarato, sotto la propria responsabilità, di essere proprietario dei diritti sul relativo testo e che la pubblicazione su questo blog è consentita dietro la propria autorizzazione. La pubblicazione – in forma integrale o di stralci – senza corretta attribuzione non è consentita, in assenza del permesso dell’autore.

Immagine a corredo pubblicata a fini esclusivamente illustrativi e culturali e non commerciali.


Live Support